tratturo

Tratturo, a passo lento sull’Ateleta-Biferno

Tratturo, a passo lento sull’Ateleta-Biferno

Nuovo evento sul tratturo, questa volta sull’Ateleta-Biferno.

Competiamo, dunque, i nostri approfondimenti sugli eventi della settimana dal 5 all’11 giugno con tale manifestazione.

Vediamolo nel dettaglio.

Il trekking, a cura dell’Ecomuseo Itinerari Frentani, CAI e Fattoria Sociale “Il Giardino dei Ciliegi”, è organizzato in due tranche e lo si potrebbe definire “A passo lento, con animazioni culturali, sul tratturo Ateleta-Biferno”.

PROGRAMMA

La fase logistica che lo precede è la seguente: ritrovo alle 8.55 presso il distributore di benzina sulla provinciale 150 per Palata, che si trova subito dopo il bivio sulla Bifernina per “MONTENERO, LARINO, GUGLIONESI, PALATA, MONTECILFONE”; parcheggio delle auto; e trasferimento in pullman al Santuario di Santa Giusta (zona Palata).

I segmento di percorso sul tratturo Ateleta-Biferno

Dal santuario, alle 9:15, partirà il cammino lungo il primo segmento di percorso sul tratto iniziale del tratturo Ateleta-Biferno.

In particolare, si scenderà verso il Biferno percorrendo un tratto di circa 9 km, su fondo argilloso, sporadicamente interrotto da erba alta.

Durante il percorso, come detto, ci saranno animazioni culturali, a cura del prof. Pastorini e dei Cantori della Memoria, basate su canti, racconti, dati di archivio, storia, favole e natura.

Il ristoro del viaggiatore

Alle 11.30 si riprendono le auto per raggiungere la fattoria sociale “Il giardino dei ciliegi” di Montemitro.

All’arrivo, anzitutto, si visiterà la struttura, poi, si consumerà il pranzo a buffet definibile “Il ristoro del viaggiatore”, a base di pietanze della tradizione contadina (salumi, formaggi, pallotte cacio e uova, frittate, erbe di campo, insalate).

Anche il pranzo sarà accompagnato da racconti animati dai Cantori della Memoria e dal loro mentore.

II segmento di percorso sul tratturo Ateleta-Biferno

Alle 16:00, insieme all’Arch. Franco Valente, si riprenderà il cammino dalla fattoria, lungo il secondo segmento di tratturo, l’ultimo tratto molisano che porta verso il Trigno, per raggiungere il Santuario Madonna del Canneto.

Quest’ultima tranche, lunga circa 5 km, si sviluppa in discesa e pianura, ed è percorribile in circa 90 minuti.

La visita guidata al Santuario Madonna del Canneto

La giornata, tra Antropologia e Natura, si concluderà con la visita guidata dall’arch. Valente del Santuario Madonna del Canneto, nei cui pressi saranno state parcheggiate alcune auto, in modo da poter tornare a riprendere quelle restanti lasciate alla fattoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *