transumanza

Transumanza dei Colantuono, alla scoperta dell’antico rito

Transumanza dei Colantuono: da San Marco in Lamis ad Acquevive di Frosolone

Si ripete, come ogni anno ormai da secoli, il rito della Transumanza, l’usanza di portare le greggi dal Molise alla Puglia durante il periodo invernale e dalla Puglia al Molise durante quello estivo. Come ogni anno, dietro tutta l’organizzazione, c’è la Famiglia Colantuono di Acquevive di Frosolone “capitanata” dall’instancabile Carmelina Colantuono. Divenuta di importanza straordinaria, tanto da entrare a far parte del patrimonio dell’umanità UNESCO è un rito che vale la pena di seguire, anche solo per pochi chilometri. Di seguito il programma della quattro giorni di cammino che attende greggi e transumanti; guidare 300 vacche lungo 180 km farebbero paura a chiunque, ma non a loro! 

Programma

Mercoledì

Verso le ore 15:30 – 16:00, partenza prevista da San Marco in Lamis (FG), dalla contrada Foresta e si percorrerà la S.S. 272, dal km 9 verso San Severo (FG). Attraversamento del passaggio a livello delle Ferrovie del Gargano, nei pressi della stazione di San Marco in Lamis; si continuerà fino all’incrocio con S.P. 29; si prosegue sulla S.P. 29 fino all’innesto con la S.P. 32 che interseca la S.S. 16 che dovrà essere attraversata.

Giovedì

Verso le ore 15:00 – 16:00 circa da concordare sul posto, si partirà da Ponte Civitate (Vecchia Dogana) seguendo la S.P. 142 (Ex 16 ter), sul fiume Fortore, fino al bivio per Serracapriola. Si prosegue per un breve tratto sulla S.S. 376 , poi sul Tratturo fino a Santa Croce di Magliano (CB).

Venerdì

Partenza da Santa Croce di Magliano (CB) all’incirca alle 5:30, attraversando i territori di San Giuliano di Puglia, Bonefro, Colletorto sul tratturo Celano Foggia, breve passaggio sulla S.P. 166 e attraversamento della S.S. 212 in territorio di Sant’Elia a Pianisi, bivio Monacilioni, Ripabottoni fino a raggiungere la località “Femmina Morta”.
Dopo una breve sosta, alle ore 14:30 – 15:30 circa, attraversando e percorrendo brevi tratti della S.P. 147 e della S.S. 87, si partirà in direzione dei comuni di Campolieto, Matrice, Campobasso e Ripalimosani, sul braccio tratturale Centocelle – Cortile. Si segnala che nel territorio dei comuni di Campobasso e Ripalimosani nel tardo pomeriggio la mandria percorrerà la S.S. 87 fino alla Taverna del Cortile da qui sulla bretella di innesto alla S.S. 647 all’altezza del km 5+100m dove è previsto l’attraversamento. Si proseguirà fino alla contrada Quercigliole davanti alla chiesetta della “Madonna della Neve” per la sosta notturna. Si evidenzia che nei territori di Campolieto e Matrice si dovrà necessariamente attraversare e costeggiare la Ferrovia, orientativamente dalle ore 16:00 alle ore 17:00 circa.

Sabato

Ore 05:00, si partirà dalla contrada Quercigliole per Santo Stefano, lungo il tratturo Lucera-Castel di Sangro, attraversando il fiume Biferno per risalire verso Castropignano, Torella del Sannio e Molise. L’ultimo tratto interesserà la S.P. Garibaldi. Si attraverserà il borgo di Frosolone per proseguire lungo la strada provinciale in direzione della frazione Acquevive, dove si concluderà la Transumanza d’Italia, alle ore 13:00 circa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *