Torre del Molise: la ‘Rocca’ di Oratino

Torre del Molise: la ‘Rocca’ di Oratino

Oggi vi parleremo di uno dei gioielli  storico-architettonici del Molise: la torre medievale della ‘Rocca’ di Oratino.

Molto  spesso corriamo troppo con le nostre auto e non abbiamo il tempo di fermarci per una visita ai luoghi e monumenti che si trovano a pochi passi dalle nostre città.

Per esempio a pochi chilometri dal Capoluogo molisano si erge una delle torri di difesa medievali meglio conservate in tutto il Molise: la ‘Rocca’ di Oratino.

 

Il Paese

Oratino è un piccolo e delizioso borgo edificato sulla sommità rocciosa di un colle che domina la sottostante valle del Biferno, a circa 800 metri sul livello del mare.

Il paese conta poco meno di 1500 abitanti e deve il suo nome a una mutazione linguistica dell’originario (nel secolo XII) Loretinum.

Oratino è famoso in regione per la sua secolare tradizione di scalpellini grazie ai quali è sorto un centro storico davvero pittoresco fatto di case, chiese e vicoli edificati tutti in pietra naturale locale.

Quando ci si trova ad Oratino bisogna fermarsi al parco-terrazza per godere di un paesaggio, che dalla valle del Biferno, spazia su tutto il Molise e i vicini monti abruzzesi.

Il rito tradizionale più famoso di Oratino è la “Faglia” che ricorre ogni  Vigilia di Natale di cui parleremo in altri articoli.

La torre della ‘Rocca’ 

La Rocca di Oratino è uno dei più interessanti esempi di torri di difesa e avvistamento di tutto il territorio regionale.

Edificata su un affioramento roccioso calcareo, “u Pischie”, aguzzo e impervio tra l’alta valle del Biferno e il paese, il suo periodo di edificazione si dovrebbe collocare tra il X e il XII secolo , secondo il Catalogus Baronum.

La torre è ben conservata nei suoi materiali originari, solo un 30 % di parete esterna perduta è stata sostituita, con interventi di recupero, da elementi in laterizio che ne arricchiscono l’architettura.

La torre si sviluppa in altezza per circa 15 metri, è costruita con conci di pietra calcarea ad andamento irregolare; le superfici esterne mostrano dei fori che sono disposti con regolarità e in posizioni studiate in maniera tale da non compromettere la solidità della struttura. Questi fori avevano la funzione di inserimento degli assi dei ponteggi per la costruzione.

Chi si avvicina alla torre noterà che la porta è posta a qualche metro dal terreno perché la torre venne progettata in maniera tale che si potesse accedere all’interno solo dal primo piano, tramite una scala retrattile in legno.

Si noteranno anche due assi in legno, inserite nei due fori in basso a sinistra della porta, che sostituiscono  quelle originali adoperate come appoggio alla scala di accesso.

 

Il percorso naturalistico dell’Alto Biferno

La ‘Rocca’  è anche una delle tappe del percorso naturalistico dell’ Alto Biferno realizzato e gestito dall’Unione dei Comuni dell’Alto Biferno.

Il percorso è un anello che si snoda nei territori dei comuni di Campobasso, Oratino, Busso, Baranello e Casalciprano, toccando punti di grande pregio archeologico-naturalistico quali appunto la ‘Rocca’ di Oratino o gli scavi archeologici di Monte Variano, e attraversando i centri storici dei comuni interessati.

Il sentiero attraversa campi coltivati, boschi di quercia, guada il fiume Biferno, passando dai 970 metri di Monte Vairano ai 380 del corso d’acqua più importante del Molise.

Il percorso, interamente segnalato con bandierine bianco-rosse e cartellonistica informativa, ricalca antichi sentieri desinati agli spostamenti interpoderali. Il fondo stradale è variegato: si alternano mulattiere a strade sterrate, vie asfaltate seguita da stretti sentieri.

 

 

Noi di TurismoinMolise consigliamo caldamente di percorrerlo per intero in due giornate di cammino. Il percorso non presenta alcuna difficoltà tecnica ed è accessibile a tutti.

 

Ora lasciamo spazio ad alcuni scatti realizzati dalla sommità della roccia che ospita la ‘Rocca‘.

Qualora il presente articolo vi abbia fatto venire voglia di  inerpicarvi  su per ‘u pischie‘ ad ammirare la millenaria architettura della Rocca di Oratino nel cuore verde del Molise, potete contattare la redazione di TurismoinMolise oppure dare una occhiata alla nostra pagina Facebook per richiedere ulteriori informazioni su come raggiungere i luoghi descritti in questo articolo.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *