Transiberiana d'Italia
Transiberiana d'Italia

Transiberiana d’Italia, associazione e prossimi eventi

Transiberiana d’Italia, associazione e prossimi eventi

Si chiama Transiberiana d’Italia ed è uno dei tanti fiori all’occhiello dell’Italia centrale, anche se ancora poco conosciuto. Oggi vi spieghiamo di cosa si parla, dell’Associazione e degli eventi che organizzano.

La cosiddetta Transiberiana d’Italia è la linea ferroviaria panoramica che da Sulmona (o Isernia/Carpinone/Carovilli alcune volte) arriva a Campo di Giove nel cuore del Parco nazionale della Majella, passando per Roccaraso, località sciistica ben nota agli amanti della neve e non solo.

Il nome “Transiberiana” non è dato a caso; è considerata tale, infatti, per i panorami ed il clima che possono competere con quello della vera transiberiana. La quota più alta raggiunta sono i 1269 m della stazione di Rivisondoli/Pescocostanzo, che in inverno e con la neve a terra forniscono un paesaggio fiabesco.

ASSOCIAZIONE

Tale tratta, ed i treni storici che la percorrono, è curata dall’Associazione Culturale Amici della Ferrovia “LE ROTAIE“, associazione fondata da un gruppo di amici con la passione per le ferrovie ed il fermodellismo.

L’associazione si propone di mettere in atto iniziative volte alla salvaguardia e alla valorizzazione del patrimonio ferroviario molisano (ed abruzzese), con manifestazioni di sensibilizzazione come mostre fotografiche e di modellismo, realizzazione di treni storici, raccolta di oggetti storici e tutte le iniziative tese a fare “cultura ferroviaria”.

Conosciuti inizialmente per il loro plastico (che oggi ha un’estensione di circa 100 mq) incominciano subito a “farsi notare”, dapprima in Molise e successivamente sull’intero territorio nazionale.

Inizia così la loro storia che li ha portati, in pochi anni, a realizzare decine di viaggi ogni anno, con addirittura 21(!) treni storici nel 2015…e si può fare ancora di più!

EVENTI

Tanti eventi sono già stati fatti in questo 2016 e ancora quattro ce ne saranno da qui fino alla fine dell’anno; c’è da dire, però, che tre hanno già tutti i posti esauriti, bisogna dunque prenotare con largo anticipo data l’elevata richiesta.

L’8, il 10 e l’11 dicembre ci sarà il “Treno dei mercatini di Natale“, con viaggio da Sulmona a Roccaraso quelli dell’8 e del 10 e da Sulmona a Pescocostanzo il treno dell’11.

In occasione delle festività natalizie, invece, l’associazione ha organizzato uno speciale “Treno del presepe vivente” con partenza il 26 dicembre da Sulmona a Carovilli.

Tale treno permetterà di provare un’esperienza davvero unica: viaggiare su carrozze d’epoca, i convogli Centoporte degli Anni ’20, alla scoperta dei mercatini di Natale e dei presepi della regione.

 

Il treno del presepe vivente partirà dal binario 1 della stazione di Sulmona alle 10.30 e, prima di arrivare a destinazione, farà una sosta nelle stazioni di Campo di Giove e Palena. Ci sarà dunque del tempo libero per un ristoro nelle due stazioni d’alta quota inserite nel territorio del Parco Nazionale della Majella.

L’arrivo a Carovilli è previsto entro le 15.30; qui si farà una passeggiata fino al centro del borgo e ci si radunerà in piazza per l’inizio della fiaccolata fino al luogo della rappresentazione del Presepe Vivente.

Sul posto si troveranno piccoli stand per degustazioni di prodotti tipici. Il rientro a bordo del treno è previsto alle 19.30 con arrivo a Sulmona entro le ore 21.45.

Durante il viaggio saranno a disposizione dei viaggiatori alcune guide che descriveranno la storia della ferrovia e la geografia del territorio attraversato.

E’ previsto, inoltre, un momento di intrattenimento con lo spettacolo teatrale itinerante “Addò Vine”, racconti, canti e musica sulle tradizioni abruzzesi del vino e del Natale a cura di Murè Teatro.

I viaggi a bordo dei treni storici sono organizzati dall’Associazione Culturale Le Rotaie in collaborazione della Fondazione Ferrovie dello Stato Italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *