carrese

Carrese 2017: la tradizione si ripete

Carrese 2017: la tradizione si ripete

Dopo gli eventi del Carnevale, altamente suggestivi a spasso per i vari borghi della nostra regione, Aprile è il mese di uno degli eventi più cari ed attesi dalla popolazione: Carrese di San Martino in Pensilis, in programma dal 29 aprile al 2 maggio.

La carrese è una corsa di carri trainati da buoi condotti da tre uomini ciascuno coadiuvati da cavalieri alle spalle e ai fianchi che pungolano con verghe.

Al termine della gara il gruppo vincitore otterrà in premio l’onore di trasportare sul proprio carro il corpo di San Leo in processione.

L’evento è infatti dedicato al Santo Patrono di San Martino.

L’ origine della Corsa dei Carri si deve, infatti, proprio al ritrovamento delle Reliquie di San Leo.

Un po’ di storia

La credenza popolare narra che i signori di San Martino e dei paesi limitrofi, andando a caccia verso il mare, si dovettero fermare improvvisamente tra le boscaglie dove sorgeva un tempo un monastero perché in quel luogo i cavalli si inginocchiarono senza volersi più muovere: fu li che, scavando, trovarono il corpo del Santo Patrono.

Ogni signore desiderava la paternità del ritrovamento per poterlo portare nel proprio feudo e alla fine si decise di mettere il corpo su un carro trainato da buoi che, lasciato in libertà, scelse di fermarsi a San Martino. 

La gara

Tutta la manifestazione è preparata con cura nei minimi particolari e si inizia la sera del 29 aprile con i canti della Carrese in piazza, dove sfilano i carri e si accendono i fuochi per dar vita al suggestivo spettacolo pirotecnico.

Il 30 aprile si svolge la Corsa: i carri ricevono la benedizione alle 13, quindi si avviano alla partenza, svolgendo a ritroso il percorso di 8 chilometri della gara e attendono il via dal sindaco per iniziare la loro corsa verso il traguardo.

La Corsa dei Carri, da otto secoli, continua ad essere sempre la stessa, e continua ad appassionare il popolo Sammartinese e le migliaia di molisani e turisti che la animano e la vivono.

Un poeta sammartinese l’ha chiamata “arcaica preghiera collettiva in onore di San Leo”.

Dietro a questa corsa batte il cuore di tante persone che esultanti e ferventi preparano con cura tutta la manifestazione.

Significati della manifestazione

Quali i significati da ritrovare in questa tradizione?

Il bue rappresenta la forza della natura imprevedibile, che l’uomo tenta di misurare e governare, in una stagione in cui, in tutta la sua forza, la natura si risveglia e si passa dalla staticità invernale alla dinamicità della bella stagione e dei raccolti.

Gli stessi canti della Carrese, intonati in piazza la sera del 29 aprile in onore di San Leo sono molto pagani nel loro inneggiamento alla Natura.

La festività del Patrono

Il 2 Maggio ricorre la festività del patrono di San Martino in Pensilis, San Leo.
I carri vengono addobbati e portati in processione, con la statua di San Leo posta sul carro vincitore.
Le serate di questi giorni di festa accolgono molti visitatori, anche dall’estero, che trovano spettacoli musicali ed intrattenimento per tutte le età.
La festa della “Carrese” viene chiusa da un grande spettacolo pirotecnico a mezzanotte, il 2 Maggio.

Il percorso

Quest’anno per la prima volta il percorso sarà “dimezzato“.

C’è stato, inoltre, un accordo speciale per l’ordine pubblico.

Non era mai accaduto finora, ma le restrizioni e le norme che disciplinano l’uso degli animali nelle manifestazioni hanno imposto una svolta drastica alla tradizione di San Martino in Pensilis.

La corsa dei carri trainati dai buoi in questa edizione 2017, per evitare l’intervento della legge, si svolgerà soltanto su metà percorso, quello che va dalla partenza (Sfilaturo) fino al punto del cambio buoi; questo sarà il traguardo.

I carri poi arriveranno in paese dopo la vittoria a passo d’uomo, distanziati 15 metri l’uno dall’altro.

Il tragitto ricade in gran parte in territorio di Campomarino, tanto che è stato indispensabile scrivere una convenzione con la quale si affidano costi e responsabilità al Comune di San Martino, che per una giornata sarà responsabile in via del tutto straordinaria anche della Polizia Comunale di Campomarino.

Programma completo

Riportiamo di seguito la locandina con il programma completo dell’edizione 2017 della festa di San Leo.

carrese

Gallery

Vi lasciamo ora alla gallery dell’edizione 2016 immortalata dal nostro Paolo Pasquale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *