Ostie ripiene di Agnone, scopriamole con Caterina Campajola

Ostie ripiene di Agnone, scopriamole con Caterina Campajola

Torna la rubrica “Molise a tavola“, curata dalla nostra Caterina Campajola, che oggi ci porta ad Agnone, bellissimo paese in provincia di Isernia, per scoprire le sue famose ostie ripiene.

Agnone, noto per il suo stabilimento antico per la produzione delle campane, “Pontificia Fonderia Marinelli“, è anche conosciuto per i confetti e per la ‘Ndocciata, il più grande rito del fuoco al mondo, festa di cui vi abbiamo parlato in due articoli: Ndocciata 2017: il rito del fuoco di Agnone si ripete e Ndocciata, le nostre foto dell’edizione 2017.

ostie
Ferro per le ostie

Anche se le feste sono da poco terminate, oggi vi vogliamo parlare di una ricetta che sa di Natale a tutti gli effetti; così, per non dimenticare subito la bellissima e magica atmosfera festiva, appena trascorsa , scopriremo insieme come preparare le famose ostie ripiene di Agnone Per la realizzazione di questa ricetta occorre il ferro, un attrezzo che serve appunto per cuocere le ostie, che dovranno essere molto sottili per poi essere farcite. Il ferro potrete acquistarlo proprio ad Agnone…magari sarà anche un buon motivo per visitare questo splendido paese.

Ostie rechiene

Per le ostie:

  • 1 litro di acqua,
  • 500 g. di farina 00,
  • 1 cucchiaio di olio di oliva,
  • un pizzico di sale.

Per il ripieno:

  • 750 g. di miele,
  • 500 g. di zucchero,
  • 500 g. di cioccolata fondente,
  • 100 g. di cacao amaro,
  • 500 g. di mandorle sgusciate,
  • 700 g. di gherigli di noci,
  • cannella,
  • un’arancia,
  • un limone.

Preparazioneostie

Disponete in un’insalatiera la farina, aggiungetevi il sale e l’olio, quindi versatevi delicatamente l’acqua, mescolando con un cucchiaio di legno fino a quando otterrete una pasta abbastanza liquida senza granuli che vi servirà per preparare le ostie. Fate riscaldare bene l’apposito ferro sulla fiamma del gas, versate sul ferro aperto un’abbondante cucchiaiata di pasta tra le due palette, chiudetele e dopo pochi minuti girate il ferro; dopo qualche minuto togliere dal fuoco. Le ostie devono risultare bianche e croccanti. Mettere da parte e non sovrapporre con le altre.

Per preparare il ripieno fate sciogliere il miele a bagnomaria e quando sarà diventato di un bel colore ambrato, unitevi lo zucchero, il cioccolato tritato ed il cacao mescolando bene. Fate bollire per qualche minuto il composto, quindi aggiungetevi le mandorle e le noci tritate; amalgamare il tutto con un cucchiaio di legno e fate insaporire per dieci minuti. Togliete il tegame dal fuoco, aggiungete al ripieno una spolverata di cannella e la buccia degli agrumi grattugiata e, quando sarà tiepido, stendetelo su un’ostia, e coprirla con un’altra.

Non sono ottime? E voi, le avete mai preparate? Fatecelo sapere e…buon appetito!

ostie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *