caciocavallo

Molise a tavola: conchiglioni ripieni con caciocavallo e porcini

caciocavallo

Molise a tavola: conchiglioni ripieni con caciocavallo e porcini

Nuova “puntata” della rubrica “Molise a tavola” curata dalla preziosa collaboratrice, non ché carissima amica Caterina Campajola che oggi ci parla dei conchiglioni ripieni con porcini e caciocavallo, uno dei prodotti di eccellenza della tradizione gastronomica molisana.

Il caciocavallo, formaggio stagionato a pasta filata che può avere diverse stagionature: abbiamo quella classica, che va dai dai 3/4 mesi fino ad un anno, con cui mantiene il suo sapore dolce, oppure conservato anche fino a 3 anni; in alcuni casi, addirittura, la stagionatura può arrivare fino agli 8-10 anni. Diverse sono anche le preparazioni: affumicato, al tartufo, molto piccante…insomma non c’è che da scegliere.

L’importante è gustarlo e qui possiamo dare sfogo alla nostra fantasia culinaria: alla piastra o in padella, impiccato o semplicemente tagliato nel panino, nelle nostre torte rustiche oppure nella pasta. Nell’ultimo utilizzo, nello specifico, possiamo usarlo nei conchiglioni insieme al ripieno di funghi porcini…e di questo vi daremo tutti gli ingredienti e le dritte per un bel ruoto da preparare la prossima domenica a pranzo o quando ne avrete più voglia.

Prima di tutto, però, parliamo di un caseificio dove poter acquistare un ottimo caciocavallo…e non solo… Ci siamo recati al caseificio Rio freddo di Marco Romano dove abbiamo acquistato diversi prodotti di eccellenza. Il caseificio è situato a San Polo Matese in un’oasi di qualità e bontà, produzione artigianale di formaggi di latte vaccino con ingredienti a Km 0 della Zona Matesina di Bojano. Vanta di prodotti di ottima genuinità che si possono acquistare non solo direttamente al caseificio, ma anche a Bojano nel suo punto vendita.

Ricetta

Ricetta conchiglioni ripieni di porcini e caciocavallo (per 6 persone)

  • Pasta conchiglioni 500 g
  • Una ricotta 400 g
  • 3 uova
  • Un pezzo di caciocavallo (dose a piacere)
  • Funghi porcini e galletti (dose a piacere)
  • Macinato 400 g

caciocavallo

Preparazione

Per prima cosa mettere a scaldare l’acqua per cuocere la pasta, nel frattempo preparare il macinato: farlo soffriggere in un tegame con olio e un trito di cipolla e carota e sfumare con del vino bianco; regolare di sale e pepe e lasciare cuocere. In un’altra padella preparare i funghi: mettere olio, una noce di burro, aglio a pezzetti, funghi, sale e pepe e aggiungere anche qui il vino. Lasciare sfumare e far cuocere qualche altro minuto i funghi.

Una volta raffreddato il macinato metterlo in una ciotola con la ricotta, il sale, le uova, il caciocavallo grattugiato, i funghi (anch’essi freddi) e la ricotta; amalgamare il tutto. Per ottenere un ripieno ancora più morbido aggiungete qualche cucchiaio di besciamella. Con il ripieno riempire i conchiglioni cotti, ma non troppo. Dopo averli scolati e messi su un canovaccio posizionare su un ruoto coperto sul fondo di besciamella. Coprire ancora con altra besciamella e una spolverata di caciocavallo…in forno una mezz’ora a 200°C ed il gioco è fatto.

Servire caldi e gustare… Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *