Larino: la Carrese di San Pardo

Larino: la Carrese di San Pardo

La “Carrese di San Pardo” di Larino si svolge secondo un rituale ben preciso nell’arco di tre giorni, dal 25 al 27 Maggio. La festa è un omaggio alla traslazione del corpo del Santo Patrono S. Pardo, trasportato dalla Daunia su un carro agricolo in legno decorato con fiori e trainato da una coppia di mucche o buoi.

Secondo la tradizione La sua traslazione si festeggia 7 giorni prima delle calende di giugno (26 maggio) e il giorno della sua nascita al cielo (la morte) 16 giorni prima delle calende di novembre (17 ottobre).

La festa patronale si svolge nei giorni 25, 26 e 27 Maggio.

Il 25 Maggio la coloratissima processione, composta di circa 120 carri, parte dal Centro Storico per raggiungere il Piano San Leonardo, dove giungerà presso il Cimitero comunale per prelevare la statua di San Primiano, in segno di invito alla festa. Nella notte ha luogo una suggestiva fiaccolata notturna che accompagna i carri nuovamente nel Centro Storico.

Il 26 Maggio i carri sfilano tra i vicoli e le stradine del Centro Storico. Al termine della sfilata dei carri, si assiste alla processione dei 13 Santi portati a spalla dagli uomini del paese.

L’ultimo giorno, il 27, i carri tornano sul Piano San Leonardo per riposizionare la statua di San Primiano al Cimitero. Prima di tornare nel Centro Storico, si svolge una divertente e colorita scampagnata, e quindi la processione riparte per concludersi con in Cattedrale.

 

PROGRAMMA UFFICIALE

 

  • 25 MAGGIO
    Ore 17:00 Processione dei carri verso la chiesa di San Primiano. Rientro in serata in Cattedrale con la suggestiva fiaccolata;
  •  26 MAGGIO
    Ore 12:00 Benedizione dei carri e processione per le vie del centro storico;
  •  27 MAGGIO
    Ore 10:30 Corteo processionale dei carri alla chiesa di San Primiano;
    Ore 16:00 Rientro dei carri verso il centro storico;

Le immagini possono raccontare meglio di ogni parola le emozioni che suscita la vista della sfilata:

INFO E CONTATTI

Per qualsiasi informazione potete contattare la redazione di TurismoinMolise o dare una occhiata alla nostra pagina facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *