Incendio del Castello di Termoli
Fonte: google immagini

Incendio del Castello di Termoli: un evento imperdibile

Incendio del Castello di Termoli: un evento imperdibile con la rievocazione storica 

Incendio del Castello di TermoliSi rinnova, come ogni anno, lo spettacolo messo in atto a Termoli nel quale si rivive l’incendio del Castello Svevo: appuntamento con la storia, rivissuta attraverso l’effetto scenico dei fuochi d’artificio. La fortezza federiciana si illuminerà di mille colori, con la prevalenza del rosso, e non mancherà il gioco di luci sul mare. Così tornerà indietro nel tempo, con la rievocazione dell’attacco via mare dei Saraceni guidati da Pialì Pasha.  

Incendio del Castello di TermoliIl 2 agosto del 1566 gli ottomani sbarcarono a Termoli con circa 200 galee e strinsero d’assedio il vecchio borgo marinaro distruggendo abitazioni, mura ed appiccando incendi (il più grave fu quello che vide protagonista la già vecchia cattedrale romanica) e facendo prigionieri quanti non riuscirono a fuggire nelle campagne interne. La città deserta restò in balia degli invasori, i quali irritati per aver trovato la città abbandonata, sfogarono la loro rabbia, distruggendo tutto. Il Castello della città fu facilmente assediato ed incendiato anche se, nelle campagne circostanti, una coraggiosa resistenza da parte della popolazione, riuscì a contrastare l’invasione nemica. Ecco quindi che nasce l’incendio del Castello a Termoli, una rappresentazione storico-popolare che attira ogni anno moltissimi visitatori, assorti con il naso all’insù verso il cielo per godersi il famoso gioco di luci. Un vero e proprio spettacolo per grandi e piccini, che viene preceduto nel pomeriggio da una particolare sfilata, da parte dei giovani del posto, travestiti da saraceni. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *