inaugurazione
Sequoia piazza cesare Battisti

Inaugurazione sequoia di Campobasso

Inaugurazione sequoia di Campobasso

Torniamo a parlare della sequoia di Piazza Cesare battisti per l’ultima volta; sono infatti terminati i lavori di messa a dimora ed è tutto pronto per l’inaugurazione.

Dopo l’articolo di qualche giorno fa sulla sporcizia all’interno dell’aiuola, continuiamo dunque il racconto dell’avventura della nuova pianta.

L’albero, arrivato da un vivaio di Padova misura 4,5 metri di altezza ed ha un’età di circa 15 anni.

Ci teniamo a ripetere che l’albero non poteva essere preso più grande in quanto le probabilità di attecchimento si sarebbero ridotte notevolmente. La pianta, infatti, avrebbe potuto essere già abituata al terreno in cui era stata e non attecchire una volta posizionata in piazza.

Altra notizia, che i detrattori dell’iniziativa forse non gradiranno, è che la vecchia sequoia fu piantata proprio quando aveva un’altezza simile a quella odierna.

Si tratterebbe, dunque, di un nuovo inizio per la pianta, per la piazza e per la città in generale.

Fine lavori ed inaugurazione

I lavori, come detto, sono terminati, a parte ripulire il terreno dall’immondizia lasciata lì dai soliti incivili.

Ci teniamo a ringraziare e complimentarci per i lavori svolti con le imprese Di Sisto ed Euroflora di Campobasso che hanno svolto magistralmente le operazioni di scavo, rimozione del tronco, rinterro e messa a dimora del nuovo albero.

Un grazie, ovviamente, va anche all’Amministrazione Comunale che ha permesso lo svolgersi di tutta l’iniziativa.

Il giorno 5 gennaio, dunque, si provvederà alla rimozione della recinzione per restituire completamente la pianta e la piazza alla sua cittadinanza ed ai turisti che vorranno visitarla.

La data, va precisato, è suscettibile di modifiche in quanto il Molise è in attesa di aria gelida e forti nevicate come segnalato dall’Associazione MeteoinMolise.

In tal caso sarà segnalato il rinvio e la nuova data per l’inaugurazione.

L’auspicio è che la cittadinanza vorrà prendersi cura di questa pianta assistendola, innaffiandola e non gettando immondizia sul nuovo terreno acquistato per l’occasione.

Informiamo, inoltre, che a breve verrà presentato un libro a cura di Paolo Giordano nel quale si ripercorrerà la storia di Campobasso ed in particolare delle piante del capoluogo. In esso verrà anche raccontata la lenta morte della sequoia precedente e tutto ciò che essa ha rappresentato per la cittadinanza.

Speriamo, come già detto altre volte, che questo possa essere solo un primo passo verso una nuova cultura del verde ed il ritorno alla tanto decantata “Città Giardino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *