grigliata

Grigliata molisana a ferragosto: consigli per renderla unica

Grigliata molisana a ferragosto: consigli per renderla unica

Torna l’appuntamento con “Molise a tavola“, la nuova rubrica di TurismoinMolise curata da Caterina Campajola e Giuseppe Colagiovanni. che questa volta ci parleranno della grigliata di Ferragosto.grigliata

Come ogni anno l’appuntamento dell’estate più atteso da tutti, il Ferragosto, sta per arrivare.

È ormai una tradizione che non può mancare, chi vorrebbe rinunciare a una bella giornata in compagnia, l’onta dalla quotidianità, gustando insieme a parenti ed amici dell’ottimo cibo?

I preparativi iniziano già da qualche giorno prima, per organizzarsi al meglio e, anche se le condizioni meteo potrebbero non essere Delle migliori, nulla scoraggia i fanatici di questa scampagnata, il cui tema principale, soprattutto avvicinandosi all’ora di pranzo, è la grigliata.

Oltre alla compagnia, due cose sono importanti per rendere unica la giornata: la scelta del luogo, ed in Molise abbiamo solo l’imbarazzo, tra mare, montagna, collina e boschi ed il cibo.

Quando pensiamo alla grigliata le prime cose che ci vengono in mente sono la salsiccia, pancetta, bistecche, arrosticini e cosce di pollo ma cerchiamo di scoprire insieme quali alternative potrebbero essere adatte per dare al vostro menù di Ferragosto un sapore più genuino e particolare.

Le prelibatezze molisane

Probabilmente le nuove generazioni conoscono poco i torcinelli, prodotto noto in Molise, Puglia ed Abruzzo fatto di animelle di agnello avvolte in bidelle sempre di agnello, ottimo arrostito. Prima di cuocerli, però, bisogna dargli una prova in acqua per una mezz’ora in modo che non rimanga duro all’interno.

Altre prelibatezze usate non molto spesso sono il granturco arrostito o il famoso “Caciocavallo impiccato“, sciolto e insaporito con un filo di miele, marmellate o tartufo, delirio per i palati più esigenti.

Da non dimenticare, poi, le immancabili bruschette, perfette per “aprire lo stomaco” o ancora dei gamberoni.

Insomma, la lista potrebbe essere lunga, di cibo da poter cuocere alla griglia ne abbiamo in quantità ma se usiamo qualche accorgimento sarà ancora più saporito.

I consigli di TurismoinMolise

Molti cibi, prima della cottura, hanno bisogno della marinatura; questa aiuterà a renderli più saporiti e più teneri.

Ne esistono diverse e potrete sbizzarrirvi con spezie e condimenti vari a seconda dei vostri gusti, da semplice olio e rosmarino fino a dove vi porterà la vostra fantasia. Fateci sapere le vostre ricette e marinature preferite.

Vediamo adesso le nostre proposte con le ricette della mitica Caterina Campajola.

Patate a fisarmonica con la salsicciagrigliata

Tagliare e pelare le patate, effettuare dei tagli paralleli facendo attenzione a non solcare l’intera pagata in modo che rimangano intere ma solcate. A questo punto condire con un preparato di olio, sale, pepe e rosmarino, magari aiutandosi con un rametto di quest’ultimo da passare tra le fette.

In seguito aggiungere tra i solchi delle rondelle di salsiccia e grigliarle adagiandole sul lato.

Volendo si possono preparare il giorno prima ma l’importante è dargli una mezza cottura in padella con coperchio e un po’ di acqua sul fondo. Appena raffreddate conservare in un contenitore e continuare la cottura il giorno dopo.

Bruschetta ai profumi di bosco

Procuratevi dei funghi porcini, caciocavallo e del tartufo.grigliata

Per prima cosa pulire e tagliare i porcini, farli insaporire in padella con una noce di burro, aggiungere successivamente sale, pepe, un goccio d’acqua e cuocere ed alcuni minuti. Sfumare con del vino bianco e terminare la cottura.

Quando i funghi saranno raffreddati unirli in una ciotola con del tartufo e del caciocavallo a dadini piccoli. Il condimento potete prepararlo il giorno prima e, al momento della grigliata, insaporire il vostro pane ben caldo con il preparato ai funghi.

A questo punto, amici, non vi resta che iniziare ad organizzare i preparativi augurandovi fin da ora un bellissimo Ferragosto nella nostra fantastica terra.

A presto nel prossimo incontro in cucina con TurismoinMolise.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *