camoscio appenninico

Escursione sulle Mainarde: sabato alla scoperta del camoscio appenninico

Escursione sulle Mainarde: sabato alla scoperta del camoscio appenninico

Sabato 2 dicembre una escursione puramente naturalistica attende gli appassionati. Nell’incantevole scenario delle Mainarde, cuore del parco nazionale d’Abruzzo, Atropa trekking organizza una escursione alla scoperta del camoscio appenninico, che tra queste vette è di casa.

IL CAMOSCIO

Il Camoscio Appenninico è un erbivoro abituato a vivere in luoghi impervi, soprattutto pareti rocciose molto ripide, dove vi si ripara per sfuggire agli attacchi dei predatori. Nel periodo estivo vive nelle praterie di alta quota, oltre i 1700 metri, mentre nel periodo da dicembre a giugno, scende nelle aree boschive tra i 1000 e i 1300 m caratterizzate da forte pendenza ed esposizione meridionale per permettere un ridotto accumulo della neve e favorire così il reperimento del cibo. I ritmi del camoscio variano durante la giornata in base alle stagioni e alle condizioni meteorologiche, sono strettamente correlate allo stato fisiologico dell’animale (età, sesso, gravidanza), alla lunghezza del periodo diurno e alla temperatura.

 

LE MAINARDE

La catena montuosa delle Mainarde si estende lungo il confine tra Molise e Lazio, con prevalenza nel territorio molisano. È una barriera naturale molto rocciosa e dall’aspetto aspro e selvaggio, che si innalza bruscamente con pareti e strapiombi. Ed è infatti proprio in questa area che si trovano le vette più elevate del Molise, con il Monte Mare, di 2.124 metri, e la Metuccia, di 2.105 metri, che superano entrambe in altezza la vetta del Monte Miletto, di 2.050 metri, la cima più alta del massiccio del Matese. Altri monti di rilevante importanza sono il Monte Ferruccia, a quota 2.000, il Monte Marrone, a 1.805 metri sul livello del mare ed il Monte Piana con un’altitudine di 1.200 metri.

DETTAGLI E INFO SULL’ESCURSIONE

Per ricevere il programma dettagliato ed ulteriori info:
3398103359 – [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *