colli a volturno
Colli a Volturno | Foto Paolo Pasquale

Colli a Volturno, passeggiata nella Parigi molisana

Colli a Volturno, passeggiata nella Parigi molisana tra storia, tante cose da vedere e da sapere, tradizioni e gastronomia

A ponte Sbiego, dove il Fiume Volturno è più profondo e tumultuoso, in uno scenario incantevole ai piedi delle Mainarde, si trova Colli a Volturno. Posizionato su un colle di natura calcarea, tra ulivi ed arbusti di vario genere, spicca sulla valle circostante. Denominato “La Parigi Molisana” ci regala moltissimo, sia dal punto di vista storico che di bellezze da ammirare. Scopriamolo insieme!

La storia

Dagli ultimi studi pare che i primi insediamenti risalgano a molti secoli avanti Cristo, in quanto zona frequentata da pastori che conducevano le greggi dai monti alla pianura e che qui sostavano. Su Monte San Paolo sono state ritrovate fortificazioni sannitiche, a testimonianza della storia importante che ha ricoperto il territorio di Colli a Volturno. Nelle epoche successive, sempre legato al Monastero di San Vincenzo al Volturno, divenne feudo ecclesiastico ed appartenne a varie famiglie fino all’abolizione della feudalità.

Cosa vedere

Natura incontaminata e panorami a parte, sono molte le cose da ammirare, sia storiche, sia più moderne. Si va dai già citati resti sannitici agli acquedotti romani, alle necropoli e alle mura ciclopiche. Per la natura sono da menzionare anche la Falconara e l’altopiano della Serra del lago. In paese, invece, sono da ammirare la Chiesa di San Leonardo, del XV secolo, con opere davvero notevoli di Pietro Brunetti, la Chiesa di Sant’Antonio da Padova, i ruderi della torre angioina e alcuni palazzi di notevole rilievo.

Tradizioni e gastronomia

L’evento più importante dell’anno è certamente l’antica Fiera di San Leonardo, patrono di Colli, durante la quale vengono allestiti stand e si svolgono manifestazioni e convegni.

Paolo Pasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *